Impastare la farina senza glutine: la planetaria ti dà una mano

impastare-la-farina-senza-glutine

Al giorno d’oggi è davvero frequente sentire parlare di celiachia. Se ti trovi su questa pagina è perché tuo figlio, un parente o amico stretto, o tu stesso, soffrite di questa malattia che negli ultimi anni sembra essersi allargata a macchia d’olio.
Dato che questa malattia è sempre più diffusa, panetterie, pasticcerie, ristoranti e supermercati si sono “adeguati” e offrono innumerevoli servizi a tutti i celiaci: andare a mangiare una pizza fuori non è più una cosa impossibile come lo era fino ad una decina di anni fa. C’è da dire però una cosa: ovviamente tutti i prodotti senza glutine sono più cari! Ci sono una serie di motivi per cui i prodotti gf (gluten free) sono più costosi rispetto a quelli non gf. Principalmente la farina è più cara, secondariamente ogni attività si è dovuta adattare a queste nuove richieste dotandosi di laboratori e personale dedicati esclusivamente a prodotti gf ed è normale che i costi che le attività sostengono vanno a ricadere su tutti poveri celiaci! Parliamoci chiaro, comprare il pane tutti i giorni per un celiaco non è proprio economico! Ed è qui che la tecnologia ci viene in aiuto, fornendoci un elettrodomestico davvero prezioso, che ci aiuta nell’impasto di farine normali o gf: l’impastatrice planetaria! Grazie a questo strumento preparare pane, pasta, pizze, dolci e creme gluten free a casa sarà davvero facile oltre che molto conveniente.
A questo punto starai pensando “impastare a mano la normale farina mi riesce bene, non vedo perché impastare la farina gf dovrebbe essere diverso. Perché dovrei impastare necessariamente con una planetaria una farina gf?” Per rispondere a questa domanda è bene capire cosa differenzia un impasto gf da un impasto normale.

 

Cos’è il glutine e perché la sua assenza rende difficile la lavorazione dell’impasto?

Il glutine è una proteina del grano (e di tanti altri cereali) che si forma quando la farina entra a contatto con acqua e viene lavorata. In questo modo si forma la maglia glutinica la quale trattiene il gas all’interno dell’impasto consentendo di sfornare preparati ben lievitati: si capisce così che un impasto senza glutine, se non lavorato come si deve, darà risultati sgradevoli al gusto e molto duri. Inoltre la maglia glutinica è quella che dà elasticità e coesione all’impasto, senza essa sarà davvero difficile lavorare un impasto poiché esso tenderà a sgretolarsi, anche dopo la cottura.
Se hai provato almeno una volta a preparare un impasto gf ti sarai sicuramente accorto di questi due aspetti.

 

La soluzione

L’impastatrice planetaria è una vera manna dal cielo per chi ha la voglia, o la necessità, di impastare frequentemente a casa i propri prodotti gluten free. Ma perché?
Ti consente di risparmiare tempo, fatica e denaro;
Non ci sarà bisogno di sporcare ripiani e ciotole, basta infilare tutto nella planetaria e il gioco e fatto;
Ti aiuta ad ottenere dei risultati eccellenti sia che tu stia lavorando farine normali che farine gf.
Quest’ultimo punto è quello fondamentale proprio per quanto detto prima: la farina gf è difficile da impastare e il prodotto finito può essere duro e facilmente sgretolabile.
In che modo l’impastatrice planetaria ci aiuta ad ottenere un buon risultato con queste particolari farine?

 

L’azione meccanica

La potenza costante della macchina e il suo particolare movimento planetario fanno sì che l’impasto venga lavorato al meglio: il doppio movimento che il gancio compie (attorno sé stesso e attorno ad un asse centrale) lavorano a pieno e con la giusta forza l’impasto, che risulterà così omogeneo e compatto.

 

L’aria inglobata

Come detto, molto probabilmente il prodotto finale di un impasto gf lavorato a mano risulterà duro poiché a causa della mancata formazione della maglia glutinica non verrà trattenuta molta aria all’interno dell’impasto stesso. Al contrario, la particolare lavorazione che compie l’impastatrice planetaria consentirà di inglobare più aria possibile all’interno dell’impasto, in modo tale da ottenere un risultato finale più morbido e soffice rispetto alla tradizionale lavorazione manuale.

 

Le novità

Alcune delle più famose case di elettrodomestici hanno ideato per le impastatrici planetarie degli accessori appositamente studiati per impastare le farine senza glutine. è il caso della Imetec zero-glu. Questa planetaria è dotata di un gancio appositamente studiato per gli impasti gf. È formato da due parti:

  • il profilo in gomma, che stende l’impasto sul bordo della ciotola, in modo da evitare la formazione di grumi, e contemporaneamente lo raccoglie;
  • il perno in acciaio, al centro del gancio, che conduce al centro della ciotola l’impasto in modo da continuare a lavorarlo.

 

In conclusione

Anche se fortunatamente oggi si trovano prodotti gluten free in tutti i supermercati, ristorante, pasticcerie ecc.. grazie a questi elettrodomestici è possibile preparare in casa qualsiasi tipo di pietanza ottenendo dei risultati decisamente migliori rispetto al tradizionale impasto a mano. La planetaria è davvero una vera amica in cucina, sia per i celiaci che non!
A questo punto non ti rimane che cimentarti con la farina Gluten Free. Voglio darti un consiglio: sul sito Vivalafocaccia.com  e sulla sua pagina Facebook, troverai tantissime ricette preparate con farina senza glutine.
Buon impasto!