Come montare la panna: ecco tutti i trucchi

come montare la panna

Sei stanco di schizzare tutto durante il processo di montatura? Dici che non ci sono metodi alternativi per montare la panna in maniera perfetta senza utilizzare il classico mixer? Ti sbagli: la planetaria viene in tuo soccorso per aiutarti nella preparazione di dolci. Ti basta mettere la panna da montare nell’apposita ciotola e lasciar fare tutto il resto alla tua fidata planetaria! Quel che ti occorre per montare la panna con l’ausilio di una planetaria è una delle tre fruste principali per la tua planetaria: la frusta a filo.
È proprio grazie alla frusta a filo che riusciamo ad ottenere dell’ottima panna montata, in quanto è l’unica frusta che riesce a incorporare al meglio l’aria nella panna da montare, donandole la tipica consistenza schiumosa e rendendola soffice al palato.
Se la tua intenzione è quella di preparare un dolce utilizzando dell’ottima panna montata, sappi che la preparazione di quest’ultima è molto semplice! Vediamo insieme come fare.

Due fattori importante: velocità e temperatura

come montare la panna planetaria

Prima di tutto prepariamo la nostra planetaria. Montiamo la frusta a filo nell’apposito supporto; impostiamo la velocità a circa 2/3 della potenza massima che può raggiungere la planetaria.
Anche la temperatura è importante! Soprattutto in Estate, utilizza una panna da montare tenuta al freddo per ottenere il massimo dei risultati. Anche gli attrezzi necessari per la montatura devono essere freschi, quindi posizionate tutto in un luogo fresco, meglio ancora se in frigo.
Adesso che hai preparato panna e planetaria, possiamo cominciare a montare la panna.
Versiamo la panna da montare nella ciotola della planetaria, fissiamo la ciotola nell’apposito supporto e mettiamo in funzione la nostra planetaria ad alta velocità. La planetaria farà tutto da sola, tu dovrai semplicemente occuparti di tenere d’occhio la panna.
Bisogna fare molta attenzione, però: se la panna subisce un tempo di montatura molto lungo, rischiamo di ottenere del burro. Arrivati a questo punto, la situazione è irreversibile, pertanto consiglio di verificare spesso la consistenza della panna. Se poi sei a corto di burro… Beh, avete ottenuto accidentalmente del buon burro fatto in casa :D. Ti basta lasciarlo a riposare per far disperdere tutta l’acqua all’interno e metterlo in frigo.
Ritornando alla panna… onde evitare “incidenti”, verifica spesso la consistenza della panna.

Le diverse consistenze

A seconda della preparazione che vuoi realizzare, la panna dovrà avere una certa consistenza. Per guarnire una torta, ad esempio, la panna non deve essere troppo montata, altrimenti non otterrai mai una glassatura liscia e senza imperfezioni. Questa consistenza si chiama “a semi lucido” e si ottiene dopo circa 7 minuti di montatura. Una panna troppo montata per guarnire una torta, infatti, produce bolle che andranno a rovinare l’effetto finale.
Se vuoi ottenere della panna semi-montata, fermati appena la consistenza diventa schiumosa. Se vuoi ottenere della panna montata, allora lasciala montare un altro po’. Puoi verificare la consistenza della panna montata utilizzando un semplice cucchiaino. Devi semplicemente mettere il cucchiaino in posizione verticale ( un po’ come si fa per verificare che gli albumi siano ben montati) dentro la panna montata e vedere cosa succede.
Se il cucchiaino perde la sua posizione, cadendo e sprofondando nella panna, allora la panna non è ben montata. Ma se il cucchiaino rimane in posizione verticale, non cadendo nella panna ormai compatta, allora la nostra panna è stata montata con successo!

Eccoti un video che ti mostra come montare la panna in tutte le sue diverse consistenze:

Adesso che hai appreso il metodo più efficace per ottenere la panna montata perfettamente, perché non cominci subito a preparare dei golosissimi dolci per sfruttarla? Prepara la tua planetaria e comincia subito a montare!