Impasto per pizza con la planetaria: ecco tutti i trucchi

Impasto per pizza con la planetaria

C’è chi è dell’avviso che la pizza vada impastata a mano, sì,

perché sento meglio la pasta

In effetti non si tratta di un’affermazione sbagliata, in quanto impastando con una planetaria non hai modo di avvertire la consistenza dell’impasto se non fin quando questo è pronto.
Ma quanto detto è vero fino ad un certo punto: infatti la verità è che ogni farina ha la sua percentuale di assorbimento e poco importa che tu stia impastando a mano o con la planetaria. Quando l’impasto avrà assorbito tutta l’acqua necessaria cambia davvero poco tra un impasto assemblato a mano ed uno assemblato in planetaria.
Inoltre, diciamoci la verità: impastare con l’impastatrice planetaria è più comodo, si sporca e si fatica di meno, specialmente se gli impasti sono la tua passione e ti diverti spesso con i lievitati.
Con questo mio articolo non voglio però convincerti ad abbandonare il vecchio metodo in favore della planetaria ma, se stai cercando il miglior modo per ottenere la pizza con la planetaria, ti trovi sicuramente nel posto giusto!

La pizza: un piatto diventato mondiale

La pizza è un piatto italiano che con la sua bontà è riuscito a conquistare il mondo. Non c’è luogo dove la pizza non sia conosciuta. Le sue radici sono a Napoli, dove la pizza è famosa per il suo “cornicione”, ma la sua diffusione nell’ultimo secolo ha ha dato vita ad una miriade di varianti diverse. Queste varianti sono influenzate dalla cucina del luogo in cui viene preparata. L’emblema è la pizza hawaiana condita con pezzi di ananas e prosciutto. Le varie influenze culinarie non hanno inciso solo sul condimento: anche l’impasto, infatti, è cambiato, venendo preparato con farine integrali, senza glutine e con le farine autoctone del luogo in cui viene preparata.

Quale che sia la tua pizza preferita, quella che ti propongo è una base di partenza che poi potrai modificare a seconda dei tuoi gusti e della tua esperienza.

Perché utilizzare la planetaria

Devi infatti sapere che preparare una buona pizza non è semplice come sembra. Sono tanti i fattori che entrano in gioco: il tipo di farina, la lievitazione, la cottura…insomma, più fai pratica, migliori saranno i risultati.
Molto importante è poi l’incordatura. L’incordatura non è altro che la formazione della maglia glutinica e viene a crearsi grazie alla presenza dell’acqua e dell’energia meccanica.

Se sei un tipo curioso come me ti consiglio di leggere questo articolo su Wikipedia dove ti spiega bene cosa è e come si forma il glutine. Molto interessante è l’articolo di Bressanini che ci spiega cos’è la forza della farina.

Proprio la formazione della maglia glutinica permetterà al nostro impasto di lievitare e, proprio la planetaria, ci da un grosso aiuto in questa fase. Sarà infatti il suo motore e i suoi ganci a fornire all’impasto l’energia meccanica necessaria per l’incordatura e i nostri polsi ringraziano 😀 .
Per vedere come incordare l’impasto con la planetaria ti consiglio di leggere questo mio articolo.

Migliori Planetarie per fare la pizza!

Se ancora non hai la tua planetaria, oppure semplicemente stai pensando di cambiarla, o perchè no vuoi fare un regalo; ecco lacune offerte da non perdere:
OffertaBestseller No. 1
Girmi IM46 Impastatrice Planetaria "Gastronomo 8L", impasti fino a 3kg, 1400 W (1800 W Max), 8 Litri, 6 Velocità, Grigio Antracite
  • Impastatrice planetaria dalla capacità di 8 L
  • Dotata di 6 velocità di lavorazione
  • È possibile creare pane, pizza, pasta all’uovo ed impasti per dolci e biscotti
Bestseller No. 2
VEVOR Impastatrice Planetaria 10L Elettrica 3 Velocità Regolabile da Tavolo, Impastatrice Elettrica da Cucina per Farina Uova Crema Carne Ciotola 10L Velocità Regolabile, Impastatrice Planetaria 450W
  • Qualità Superiore & Gran Capacità: il miscelatore industriale è realizzato in acciaio inossidabile e conforme allo standard igienici. Tutte le parti che toccano gli alimenti adottano acciaio inossidabile 304 per uso alimentare. Il contenitore da 10 litri è abbastanza grande da miscelare per un impasto al massimo 1kg in una volta sola.
  • Accessori Sostituibili: sono disponibili tre accessori sostituibili. Gancio per impasto a spirale per un funzionamento più uniforme del miscelatore. Ideale per pizza e altri impasti pesanti. C'è una frusta piatta per schiacciare patate o verdure, preparare l'impasto per torte. Frusta a filo metallico per miscelare panna montata, albume ecc.
  • Tre Modi di Velocità Regolabili: l'impastatrice planetaria fornisce 3 diverse velocità di controllo (110 RPM / 178 RPM / 390 RPM). Il potente motore da 450W con trasmissione a ingranaggi per durata e affidabilità soddisfa le diverse esigenze.
OffertaBestseller No. 3
Imetec Cakelover, impastatrice planetaria per dolci, creme e impasti salati, accessoriata, compatta, 1500w, fruste, pale e ganci, contenitore inox, 5 litri, 6 velocità, ricettario
  • Tre spatole in silicone, da utilizzare sempre in combinazione con gli altri accessori
  • Doppie fruste in acciaio inox, in sinergia con le spatole in silicone, per montare creme e dolci al cucchiaio; aumentano il volume degli ingredienti in poco tempo per dolci da pasticceria
  • Doppie pale impastatrici, per impastare pasta frolla e impasti burrosi, rendendoli omogenei in poco tempo; permettono al burro e alle uova di amalgamarsi alla farina ottimamente e senza fatica
OffertaBestseller No. 4
Kenwood KWL90.034SI Impastatrice Planetaria Titanium Chef Patissier XL con ciotola EasyWarm da 7L, bilancia integrata e frullatore, 1400watt, acciaio, Argento [Esclusiva Amazon]
  • PROFESSIONALE: Sia che tu stai sperimentando una nuova ricetta o una piatto tramandato da generazioni, Titanium Chef Patissier XL permette di creare piatti di grande livello grazie alla funzione EasyWeigh bilancia integrata per pesare direttamente all’interno della ciotola
  • TECNOLOGIA EASYWARM: per scaldare la ciotola e sciogliere gli ingredienti come il cioccolato. 6 Programmi pre impostati da visualizzare su uno schermo touch a colori
  • POTENTE: Impastatrice Planetaria con una potenza di 1400W e una capiente ciotola in acciaio inossidabile con manici da 7L; struttura in metallo pressofuso e finitura in acciaio spazzolato
OffertaBestseller No. 5
Kenwood KVC7300S Impastatrice Planetaria Chef Titanium SYSTEM PRO, Robot da Cucina Mixer, 1500 W, 4.6 Litri, Acciaio, Argento
  • La funzione di miscela permette di amalgamare gli ingredienti attentamente senza che i composti perdano tutta l'aria inglobata
  • Il controllo elettronico di velocità fornisce un'ampia gestione delle operazioni
  • Con l’illuminazione all’interno della ciotola perassicurare precisione e controllo
Bestseller No. 6
Kenwood KHH300WH Impastatrice Planetaria MultiOne, Robot da Cucina Mixer, con Food Processor e Spremiagrumi, 1000 W, 4.3 Litri, Acciaio, Plastica, Bianco
  • SOLUZIONE UNICA: per tutti coloro che sono indecisi tra acquistare un'impastatrice planetaria e un Food Processor
  • RESISTENTE ED ELEGANTE: Impastatrice dalle forme morbide ed avvolgenti garantisce una migliore maneggevolezza. Finitura in colore bianco e frontalino in acciaio spazzolato. Ciotola in acciaio da 4,3 L
  • PRATICO: Controllo elettronico delle velocità (6 velocità variabile + Pulse), potenza di impasto di 1000 W, movimento planetario per cucinare tante ricette perfettamente
Bestseller No. 7
Planetaria Impastatrice Professionale Bifase - Capacità 10 lt (Capacità Farina 1 kg, Capacità Impasto 2,5 kg) - Giri Motore 0-302r / m, 0-1000r / m, Potenza 0.5 kW
  • Capacità 10 lt, capacità farina 1 kg, capacità impasto capacità impasto 4 kg. Alimentazione elettrica, giri motore 0-302r / m, 0-1000r / m, potenza 0.5 kW. La dimensione esterna è di 38 x 48 x 61,5 cm, il peso della planetaria è di 48kg.
  • Progettata per un USO PROFESSIONALE: è uno strumento indispensabile per preparare impasti morbidi per pasticceria, rosticceria e panetteria. Il doppio movimento della frusta permette di amalgamare i composti e li rende pronti per la lavorazione in pochi minuti. L'impastatrice è composta da una vasca e da tre accessori in dotazione: la frusta per montare, la paletta per mescolare farce e composti di media densità, il gancio per impastare composti pesanti.
  • La frusta compie un doppio movimento: ruota infatti intorno all'impasto mentre ruota anche su se stessa. Questo doppio movimento consente di inglobare una maggiore quantità di aria, in modo da ottenere un impasto morbido, ben ossigenato e pronto per la lavorazione. Velocità variabile, in dotazione 3 tipi di agitatore: a gancio per impasti appiccicosi e voluminosi, a forma di racchetta per impasti come ripieno di gnocchi, a rete per la lavorazione di uova e panna.
Bestseller No. 8
LionLen Impastatrice Planetaria con 2 Ciotole(5L + 4L) Impastatrice Pane Pizza Ultra Silenziosa con Doppio Gancio, Frusta a Filo, Frusta Piatta, Paraspruzzi, Robot da Cucina Professionale, Rossa
  • 【Silenzioso】 L'impastatrice planetaria LionLen è una delle impastatrici più silenziose sul mercato. Il 600W DC-Motore produce meno di 60 db (la maggior parte dei robot da cucina produce più di 75 db), quindi è incredibilmente silenzioso, non disturba affatto la conversazione.
  • 【Impastatrice doppio gancio】 L'impastatrice con doppio gancio separa l'impasto più spesso durante l'impastatura, consentendo all'aria di raggiungere l'impasto in misura significativamente maggiore - particolarmente utile per un impasto a base di lievito sciolto! Il doppio gancio assicura inoltre che l'impasto non si avvolga intorno al gancio, in modo che la pasta venga impastata in modo ottimale. Questo rende l'impastatrice LionLen più professionale di altre quando si tratta di impastare.
  • 【5L +4L ciotole】 L'impastatrice professionale dispone di due vasche di miscelazione (4l e 5l) per piccole e grandi quantità e rende la cottura ancora più semplice e flessibile. Il coperchio trasparente paraspruzzi con apertura di ricarica sulla vasca di miscelazione garantisce che i piani di lavoro rimangano puliti durante il funzionamento e che sia possibile aggiungere altri ingredienti durante l'operazione.
OffertaBestseller No. 9
Kenwood KHC29.P0SI Impastatrice Planetaria Prospero, in dotazione frullatore in vetro da 1,2L e 3 ganci di miscelazione, 1000 W, 4.3 Litri, 30 Decibel, Plastica, Argento
  • PROFESSIONALE: Sorprendere i tuoi amici non è mai stato così semplice: KHC29.P0SI assicura risultati ottimali in cucina, con una potenza da 1000W per un'ottima azione di miscelazione ed impasto
  • POTENTE: 3 diversi attacchi per gli accessori per 3 velocità di lavorazione: alta, media e planetaria; funzione Pulse
  • SISTEMA DI SICUREZZA Interlock: blocca il funzionamento se le attrezzature non sono inserite correttamente
OffertaBestseller No. 10
Kenwood Titanium Chef Baker Xl Kvl85.424Si Impastatrice Planetaria Con Bilancia Integrata, Display Digitale+Timer,8 Velocità Con Una Potenza Max1200W, Argento, ‎40 x 22.5 x 37 cm; 20.5 Kg
  • PROFESSIONALE: Sia che tu stia sperimentando una nuova ricetta o un piatto tramandato da generazioni, Titanium Chef Patissier XL permette di creare piatti ottimi; le tue ottimi realizzazioni iniziano ora; Questa è un’impastatrice che unisce stile e praticità
  • BILANCIA INTEGRATA: grazie alla funzione Easyweigh bilancia integrata potrai pesare direttamente all’interno della ciotola (o in qualsiasi accessorio) mentre prepari le tue ricette, riducendo i lavaggi delle stoviglie utilizzate
  • POTENTE: Impastatrice Planetaria dotata di un display digitale, Touch e fino a 8 velocità di lavorazione con una potenza massima di 1200W ; struttura in metallo pressofuso e finitura in acciaio spazzolato

E adesso…si impasta!

La lavorazione che ti sto per descrivere è quella classica, che differisce dall’impasto napoletano per la successione degli ingredienti.

La farina che ti consiglio di utilizzare è quella di tipo 0 o Manitoba. Come ti dicevo, si tratta di un punto di partenza. Più prenderai dimestichezza con gli ingredienti e con la lavorazione, più potrai osare, sperimentando anche con farine diverse.

Verifica nel libretto di istruzione della tua planetaria le dosi consigliate. In linea di massima si può impastare circa 1 Kg di farina con una planetaria da 300 Watt con motore a presa diretta (come la Kitchenaid Artisan o la Classic), o con un motore a trasmissione a cinghie da 1200 Watt. Si tratta però di un dato molto aleatorio. Vi sono infatti planetarie e planetarie. Per saperne di più ti consiglio di leggere l’articolo “Le migliori planetarie per la pizza“.

  • Versiamo quindi la farina nella ciotola della planetaria e facciano una piccola conca all’interno della quale andremmo a mettere il lievito (circa mezzo cubetto), mezzo cucchiaino di zucchero e un po’ di acqua tiepida.
  • Raccogliamo un po’ di farina e creiamo un impasto che andrà fatto riposare per circa 15-20 minuti.
  • Aggiungiamo quindi il sale (circa un cucchiaio per Kg) avendo cura di non farlo entrare in contatto con il lievito.
  • Azioniamo la planetaria a bassa velocità ed iniziamo ad aggiungere l’acqua. La quantità di acqua va calcolata in base alla forza della farina. Con una forza paria a 200 si ha un assorbimento di circa il  53-54%. Oltre alla forza dobbiamo valutare anche il risultato che speriamo di ottenere: per una pizza più morbida si può aggiungere un po’ di acqua in più. Viceversa, per una pizza più croccante dovremmo aggiungerne di meno.
  • Facciamo lavorare la planetaria a media velocità e preleviamo l’impasto quando si sarà compattato e staccato completamente dalle pareti della ciotola.
  • Facciamo lievitare per circa 4 ore. L’impasto dovrà raddoppiare il suo volume: a quel punto sarà pronto per essere steso, farcito ed infornato.

Per una cottura ottimale della pizza preriscalda il forno al massimo della potenza e posiziona inizialmente la teglia sulla parte bassa del forno: quando la base risulterà cotta sposta la teglia sulla parte alta del forno. Perché questa procedura? Perché ti permette di dare prima una spinta alla lievitazione verso l’alto e poi una cottura e conseguente doratura al cornicione della pizza. Il risultato è assicurato!